Società italiana di Ematologia

LINEE GUIDA

Anno 2015

 

CON IL CONTRIBUTO NON CONDIZIONATO DI:

 


 

COMITATO DI COORDINAMENTO

Fabrizio Pane
Sante Tura
Giovanni Barosi
Tiziano Barbui
Pellegrino Musto

 

PREMESSA
E’ sempre più chiaro che il quadro normativo attuale, ed il rapido accumulo di conoscenze in tema di patogenesi, metodologie diagnostiche e terapia, con la progressiva registrazione in campo europeo di nuovi agenti farmacologici, stanno modificando in modo significativo lo scenario in cui gli ematologi si trovano a svolgere la loro attività scientifica e professionale. Ciò ha spinto la SIE a constatare che non esiste in ambito ematologico italiano (e nemmeno europeo!) una raccolta di linee guida aggiornata annualmente che coprano in modo sistematico la patologia ematologica.
E’ opportuno sottolineare che sebbene sia possibile trovare nel web o su giornali a diffusione internazionale un elevato numero di linee guida che coprono molti dei settori della ematologia, esistono varie problematiche legate alla loro fruizione:
i) Accessibilità: i siti, le organizzazioni o società scientifiche che hanno curato l’elaborazione e la pubblicazione delle varie linee guida, non hanno mai affrontato la problematica e la preparazione di esse in modo sistematico. Di fatto, non è possibile trovare, raccolte in un’unica pubblicazione o sito web, una raccolta aggiornata di linee guida che coprano in modo sufficientemente completo le patologie ematologiche di tipo neoplastico e non neoplastico. Pertanto, un utente mediamente esperto, trova difficoltà nel rintracciare linea guida di suo interesse
ii) Aggiornamento: le linee guida che sono disponibili in forma stampata o elettronica, sono frequentemente non aggiornate e pertanto, come tali, poco utili.
iii) Metodologia: non sempre la metodologia utilizzata nelle linee guida disponibili per il settore delle malattie ematologiche è del tutto soddisfacente (es. NCCN) oppure il contenuto è direttamente adattabile alla realtà europea o, specificamente italiana (es. linee guida ESMO o NCCN).
E’ quindi opportuno colmare queste lacune con una attività dedicata caratterizzata dalla elaborazione in forma sintetica e tabulare di linee guida che coprono in modo sufficientemente completo lo spettro delle patologie ematologiche di tipo neoplastico e non neoplastico e dall’aggiornamento periodico dei loro contenuti. Il denominatore comune continuerà ad essere il rigore scientifico metodologico con cui il lavoro viene svolto e che ha sempre contraddistinto i progetti della nostra società. Il progetto coinvolge i migliori esperti italiani nei vari settori dell’ematologia sotto il coordinamento di un gruppo di metodologi di grande esperienza ed affidabilità, secondo una metodologia innovativa che è stata elaborata ad hoc per questo progetto.

 

Sono in fase avanzata di preparazione le linee guida relative a: 

1. ITP

2. Infezioni

3. CML 1st line

4. CLL elderly 1st line

5. MPD

 

ALLEGATI: 

Manuale

Metologia